WebTVSeguici

Po.in.tex in Belgio per il progetto LIFE - FLAREX





LIFE-FLAREX è un progetto del programma europeo LIFE e ha lo scopo di ridurre l’impatto su ambiente, salute umana e sicurezza degli operatori dei ritardanti di fiamma attualmente in uso nell’industria tessile, analizzando il loro impatto ambientale e le funzionalità tecniche, al fine di promuovere le migliori alternative per il settore tessile

Trasferta in Belgio per Po.in.tex, il Polo di Innovazione Tessile, istituito dalla Regione Piemonte e gestito da Città Studi Biella. Nei giorni scorsi, infatti, Po.in.tex ha partecipato al secondo incontro annuale del progetto LIFE-FLAREX, svoltosi presso la sede di CENTEXBEL a Gent.

Nell’ottica di cogliere spunti e suggerimenti preziosi, come previsto dalla strategia progettuale, oltre ai partner di progetto, all’incontro hanno preso parte anche i membri del Comitato Consultivo Esterno: Dunja Drmac (Sustainability Officer a EURATEX), Edie Engels (Presidente della Flame Retardant Europe Association), Monica Ardanuy (Professoressa della Universitat Politècnica de Catalunya) e Denis Mottet (esperto scientifico di ECHA, European Chemicals Agency).

Po.in.tex ha così avuto modo di presentarsi ai membri del Comitato Consultivo, illustrando background e attività operative. A seguire, il team di progetto ha esposto i primi risultati delle azioni preparatorie e i lavori sono proseguiti con un interessante discussione sulla selezione dei prodotti tessili e dei ritardanti di fiamma che verranno utilizzati.

Scopo del meeting era da un lato la validazione dei risultati preliminari e dall’altro la programmazione dei prossimi passi, per massimizzare l’impatto e la visibilità del progetto. Sono stati selezionati numerosi prodotti alternativi, appartenenti a differenti famiglie chimiche, che saranno confrontati con una vasta selezione di sostanze a ritardo di fiamma, in modo da valutarne le caratteristiche tecniche e l’impatto su salute e ambiente.

La scelta dei tessuti è avvenuta tramite un questionario compilato dalle industrie tessili nei mesi passati. Si tratta di tessuti usati in arredamento e nel settore contract pubblico (forniture per hotel, ristoranti, navi, musei e altri spazi pubblici collettivi), prevalentemente poliestere, cotone e loro miscele.
I report completi sulla selezione di prodotti chimici e tessuti, i risultati del sondaggio, i test preliminari e i dati ambientali sono disponibili sul sito del progetto (www.life-flarex.eu).

La presenza degli osservatori esterni ha fornito ai partner una visione critica del lavoro svolto, consentendo di focalizzarsi con maggiore efficacia sulle fasi di implementazione e sui fabbisogni delle imprese tessili che attualmente utilizzano questo tipo di prodotti di finissaggio.

Numerosi stakeholders di riferimento (produttori chimici, industrie tessili, associazioni industriali ecc.) di 7 paesi europei (Belgio, Francia, Olanda, Svezia, Germania, Regno Unito e Spagna) hanno manifestato il loro interesse a collaborare.

LIFE-FLAREX è un progetto co-finanziato dall’Unione Europea Strumento Finanziario LIFE+, Asse Environment Policy and Governance, Grant Agreement N. LIFE16 ENV/ES/000374

Il coordinatore è AEI TÈXTILS, il polo Catalano di tessili tecnici. Altri sei partner completano il consorzio: due centri tecnologici/di ricerca spagnoli (LEITAT e CSIS, l’Istituto di Chimica Avanzata della Catalogna), entrambi membri di AEI TÈXTILS; il centro di ricerca belga CENTEXBEL e tre poli tessili: ATEVAL dalla Spagna, PO.IN.TEX di Città Studi Biella dall’Italia e CLUTEX dalla Repubblica Ceca.