WebTVSeguici

Finanziamenti e Bandi Progetti

Bando per il sostegno a progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale realizzati da imprese associate o che intendano associarsi ai Poli di Innovazione

Beneficiari:
PMI e GI, End user pubblici, imprese agricole che non abbiano chiesto o ottenuto contributi a valere su PSR e PAC a far data dal 01/01/2015. Possono partecipare anche PMI e GI non piemontesi, purché con sede in uno Stato dell’Unione Europea, per una quota fino al 15% dei costi totali di progetto.

Iniziative finanziabili:
a) progetti di ricerca aventi un importo di spese di almeno 300.000 Euro

La Regione prevede uno stanziamento più limitato (massimo 10% della dotazione finanziaria complessiva) anche per:
b) progetti di ricerca aventi un importo di spese compreso tra 50.000 e 300.000 Euro
c) studi di fattibilità e acquisizione di servizi di supporto alla ricerca di importo compreso tra 30.000 e 200.000 Euro di investimento.

Tematiche progettuali:
Applicazioni tessili e/o meccanotessili e Made in Italy, coerenti con almeno una delle tematiche dell’agenda di ricerca di Pointex.

Criteri di ammissibilità (in progress)
I progetti di ricerca (casistiche a e b nell’elenco di iniziative finanziabili indicate sopra) devono prevedere l’assegnazione di consulenze di ricerca e trasferimento tecnologico ad uno o più organismi di ricerca, per un importo complessivo pari almeno al 20% dei costi totali di progetto. Gli studi di fattibilità e servizi (casistica c nell’elenco di iniziative finanziabili indicate sopra) non prevedono l’obbligo della consulenza di ricerca.

Tipologia di agevolazione:
- a fondo perduto:

da applicare alle spese di personale, inclusi soci e amministratori, ed alle spese generali. Per ogni beneficiario, l’importo complessivo di tali voci non può superare il 75% del costo totale esposto a progetto;
- finanziamento agevolato: da applicare alle restanti tipologie di spesa. Il finanziamento sarà obbligatorio e soggetto a valutazione di ammissibilità sul merito di credito.

Premialità
Sono previste premialità di valutazione per:
i progetti in cui sia presente almeno una impresa già associata al Polo prima della presentazione della domanda e che siano coerenti con i temi dell’agenda di ricerca (*)
- i progetti che sono stati segnalati al Polo prima della presentazione dell’agenda di ricerca
- i progetti che includano PMI innovative
- i progetti che includano imprese in possesso di rating di legalità

Sono previste premialità in termini di intensità di aiuto per:
- i progetti in cui i partner si impegnino ad assumere almeno una risorsa nella forma di apprendistato di alta formazione. L’alto apprendistato offre un ridotto costo del lavoro, oltre a sgravi contributivi e fiscali e vantaggi retributivi. Trovate ulteriori informazioni a questo link.

(*) Entro il mese di Gennaio 2018, Pointex dovrà inviare alla Regione l’agenda di ricerca che indicherà le aree tematiche ammesse a finanziamento. Per tale motivo, al fine di predisporre un’agenda coerente rispetto alle esigenze/progettualità delle imprese partecipanti, vi chiediamo di indicarci le tematiche progettuali che intendete presentare entro il 10 gennaio compilando il form predisposto dal Polo Tessile a questo link.

Pubblicazione Bando: febbraio 2018

Scadenze di inoltro delle idee e proposte progettuali:
compila entro il 10 gennaio 2018 il form predisposto dal Polo Tessile.


Vuoi saperne di più?

Consulta i nostri casi di successo finanziati nelle precedenti edizioni del bando oppure contattaci.


Vuoi discutere la tua idea progettuale?

Sessioni di project building:
12 e 19 gennaio 2018,
12 e 22 febbraio 2018
5 marzo 2018 (dalle ore 9:00 alle 12:00)



Innovazione, supporto alle imprese, finanziamenti: seguendo e confermando il trend positivo degli anni precedenti, sono numerose le opportunità di crescita a disposizione delle imprese aderenti al Polo Tessile. Un’offerta variegata e dedicata a più fronti, in ambito regionale, nazionale ed europeo, in grado di rispondere alle necessità più disparate della filiera e, soprattutto, dei nostri associati: dal finanziamento all’innovazione al technology scouting, dalla ricerca di partenariato e collaborazione, al supporto all’internazionalizzazione.

Lo staff del Polo Tessile è costantemente al servizio degli associati e a disposizione delle aziende per organizzare in tempi rapidi una conference call o una visita dedicata ad approfondirne le tematiche d’interesse: dalle opportunità di finanziamento e sviluppo già menzionate, a qualsiasi ulteriore necessità e obiettivo aziendale.

Tra le varie opportunità disponibili a fine 2017 e nei primi mesi del 2018, menzioniamo brevemente:
• il bando POR/FESR “Linea C” della Regione Piemonte: aperto anche alla partecipazione d’imprese non piemontesi, si attiverà nei primi mesi del 2018 offrendo finanziamenti per progetti e studi di fattibilità relativi a tematiche Smart (digitalizzazione, sensoristica, etc.) e Clean Tech (economia circolare, efficienza dell’uso delle risorse, riduzione dell’impatto ambientale). Il Polo è già disponibile per la raccolta e l’affinamento delle idee progettuali da destinarsi a questo bando.

• il bando nazionale del MIUR legato al nuovo Cluster Tecnologico del Made-in-Italy: fornito di una dotazione di 29,5 milioni di Euro (scadenza 9/11/2017), finanzierà progetti d’innovazione di ampio respiro e su scala nazionale. Città Studi, ente gestore del Polo Tessile, è socio fondatore del nuovo Cluster e ne ospita la Segreteria operativa, garantendone in tal modo l’adesione gratuita delle imprese associate al Polo Tessile.

• i progetti pilota del Polo Innovazione Tessile. Si tratta di progetti strettamente riservati ai soli associati, destinati alla realizzazione di verifiche concrete di fattibilità relative ad applicazioni d’interesse strategico per le aziende, da realizzare insieme a technology providers di livello mondiale. Test-bed di nuove soluzioni tecnologiche, da realizzarsi in breve tempo e a costo contenuto, premettendone in tal modo lo sviluppo su scala industriale.

Per partecipare a queste iniziative, oppure per proporre idee di progetto o per segnalare necessità aziendali, è disponibile un breve format online.
Ogni informazione raccolta verrà trattata, come sempre, con la massima e assoluta confidenzialità.

Vuoi saperne di più?
Consulta i nostri casi di successo finanziati nelle precedenti edizioni del bando oppure contattaci.



Nuovo Bando Progetti 2017: due milioni di Euro a disposizione delle imprese mai associate ad alcun Polo di Innovazione della Regione Piemonte.

Pubblicazione bando:
01/02/2017

Dotazione Finanziaria complessiva (per tutti i 7 Poli della Regione Piemonte): 15.000.000 €

Beneficiari:

-          PMI e GI con sede operativa in Piemonte o in Valle d’Aosta

-          PMI e GI di altre Regioni all’interno dell’Unione Europea (fino al 15% dei costi totali di progetto)



Per saperne di più: il bando sul sito della Regione Piemonte

Per saperne di più: il bando sul sito di Finpiemonte (linea B)



Durata massima del progetto:
24 mesi

I progetti devono obbligatoriamente comprendere:

  1. La partecipazione obbligatoria di un Organismo di ricerca in qualità di sub-contraente, con stipula di uno o più contratti di ricerca e sviluppo, con copertura minima del 20% dei costi totali di progetto, al fine di fornire una consulenza di trasferimento tecnologico.

oppure

  1. La partecipazione di almeno una PMI innovativa, come definita dall’art. 4, comma 1, DL.3/2015. Ricordiamo che una PMI innovativa deve possedere almeno due dei seguenti tre requisiti:

- Volume di spesa destinato a ricerca, sviluppo e innovazione pari o superiore al 3% dell’entità maggiore tra costo e valore totale della produzione, nel bilancio dell’ultimo anno

- Presenza di dottorati/dottorandi in qualità di dipendenti o collaboratori, pari ad almeno un quinto della forza di lavoro complessiva, o di laureati, pari ad almeno un terzo della forza lavoro complessiva

- Titolarità di una privativa industriale, anche in qualità di depositaria o licenziataria.

La PMI innovativa, all’atto di presentazione della proposta progettuale, non è tenuta a mostrare la propria iscrizione all’apposito registro: sarà sufficiente che dimostri di possedere i requisiti sopra elencati.

 

Livello di maturità tecnologica o TRL: compreso tra 4 e 7.

Budget di investimento minimo per progetto:

-          300.000 Euro, in presenza di PMI

-          600.000 Euro, in presenza di una GI tra i partner.

Ogni partner dovrà sostenere almeno il 15% del costo totale del progetto e le GI non potranno farsi carico di più del 60% del costo totale del progetto.

Costi ammissibili:

-          spese di personale (comprese prestazioni da soci, titolari, amministratori)

-          spese generali, calcolate su base forfettaria nella misura massima del 15% dei costi diretti del personale per ciascun beneficiario

-          spese per strumenti ed attrezzature

-          spese per servizi di consulenza (inclusa la consulenza per gli ODR di cui sopra), nel limite massimo del 40% dei costi di ciascun beneficiario

-          spese per materiali e forniture

-          spese di viaggio.

Intensità di aiuto massima (fondo perduto):

-          60% (per le PI)

-          50% (per le MI)

-          40% (per le GI)

È possibile richiedere un anticipo mediante fideiussione bancaria o assicurativa.


Scadenze:

-          30/03/2017: Caricamento telematico delle proposte (Responsabili: tutti i beneficiari)

-          15/04/2017: Presentazione progetto via PEC (Responsabili: capofila)

Vuoi saperne di più?

Consulta i nostri casi di successo finanziati nelle precedenti edizioni del bando oppure contattaci.


Nuovo Bando Progetti 2016: 3.200.000 euro per le aziende associate al Polo Innovazione Tessile.

La Regione Piemonte ha pubblicato, in data 3 novembre 2016, il Bando Progetti 2016.

Nell’ambito del Programma Operativo Regionale “Competitività regionale e occupazione” F.E.S.R. 2014-2020, il Bando è volto a promuovere e sostenere l’attività di innovazione delle imprese, e prevede agevolazioni per progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale, riservate alle imprese associate ai Poli di Innovazione.
Il Bando prevede una dotazione finanziaria di 3.200.000 euro, riservati alle aziende associate a POINTEX.


Per saperne di più, Vai alla pagina web del bando.
Ulteriori dettagli sul Bando sono disponibili sul sito di Finpiemonte.


Il Bando è aperto a progetti innovativi e tecnologicamente maturi, in grado di dimostrare una comprovata capacità di trasferimento tecnologico, evidenziando al contempo una collaborazione tra l’impresa e il mondo della ricerca.

Soggetti beneficiari. Il Bando è rivolto ad aziende con sede operativa in Piemonte o in Valle d’Aosta, ed ammette la partecipazione di aziende di altre Regioni fino al 15% dei costi totali di progetto.

Più specificamente, il Bando è rivolto a PMI e a GI, solo se in collaborazione con PMI. I progetti potranno avere una durata massima di 24 mesi.

Adesione. La partecipazione al Bando prevede due modalità principali:

  1. La partecipazione obbligatoria di un Organismo di ricerca in qualità di sub-contraente, con stipula di uno o più contratti di ricerca e sviluppo, con copertura minima del 20% dei costi totali di progetto, al fine di fornire una consulenza di trasferimento tecnologico. Oppure,
  2. La partecipazione di almeno una PMI innovativa, come definita dall’art. 4, comma 1, DL.3/2015. Ricordiamo che una PMI innovativa deve possedere almeno due dei seguenti tre requisiti:

- Volume di spesa destinato a ricerca, sviluppo e innovazione pari o superiore al 3% dell’entità maggiore tra costo e valore totale della produzione, nel bilancio dell’ultimo anno;

- Presenza di dottorati/dottorandi in qualità di dipendenti o collaboratori, pari ad almeno un quinto della forza di lavoro complessiva, o di laureati, pari ad almeno un terzo della forza lavoro complessiva.

- Titolarità di una privativa industriale, anche in qualità di depositaria o licenziataria.

La PMI innovativa, all’atto di presentazione della proposta progettuale, non è tenuta a mostrare la propria iscrizione all’apposito registro: sarà sufficiente che dimostri di possedere i requisiti sopra elencati.

I progetti inoltrati dovranno dimostrare un livello di maturità tecnologica o TRL compreso tra 4 e 7.

Requisito finale per la submission delle candidature è, infine, l’associazione a uno dei sette Poli di Innovazione della Regione Piemonte (per le proposte progettuali inerenti all’area tematica TEXTILE sarà quindi necessaria l’adesione al Polo Innovazione Tessile). L’associazione deve avvenire entro il 24 novembre 2016. Le aziende che desiderano presentare una proposta progettuale devono contattare il Polo Innovazione Tessile, consegnando la prima bozza di progetto, entro e non oltre il 10 novembre 2016.

Costi ammissibili. Spese di personale (comprese prestazioni da soci, titolari, amministratori), spese generali, strumenti ed attrezzature, consulenze, materiali, spese di viaggio.

Entità delle agevolazioni. Il Bando Progetti prevede un budget di investimento minimo di 300.000 Euro, in presenza di PMI, oppure di 600.000 Euro, in presenza di una GI tra i partner. Ogni partner dovrà sostenere almeno il 15% del costo totale del progetto, mentre le GI non potranno farsi carico di più del 60% del costo totale del progetto.

Agevolazioni e premialità aggiuntive. L’intensità di aiuto massima è pari al 60% (per le PI), 50% (per le MI), 40% (per le GI). È possibile richiedere un anticipo mediante fideiussione bancaria o assicurativa.
 

Vuoi saperne di più?

Consulta i nostri casi di successo finanziati nelle precedenti edizioni del bando oppure contattaci.

Il Bando INCOMERA prevede finanziamenti da destinare a progetti transnazionali di ricerca industriale e sviluppo sperimentale riguardanti i nuovi materiali e proposti da Micro e Piccole-Medie Imprese, organismi di ricerca e start-up innovative, di qualsiasi settore merceologico purché coerenti con gli ambiti tecnologici previsti dal bando, nonché per possibili applicazioni e ricadute, anche non esclusive, con le aree identificate nella Strategia di Specializzazione Intelligente del Piemonte (aerospazio, automotive, chimica verde, meccatronica, made in e salute).
Ad ogni progetto transnazionale dovranno aderire almeno un soggetto piemontese ed un soggetto di uno degli altri Paesi e Regioni partecipanti all’iniziativa.

INVESTIMENTI AMMISSIBILI
Sono considerati ammissibili i progetti di ricerca industriale e/o di sviluppo sperimentale (riferiti di norma a TRL compresi tra 4 e 7) in ambito NMP, applicabili a contesti produttivi appartenenti ai settori individuati dalla strategia S3 regionale anche in modo non esclusivo, e riferibili ai seguenti ambiti tecnologici definiti dalla Rete:
- Nanosciences and nanotechnologies;
- Materials;
- New production;
- Integration of technologies for industrial applications
La percentuale di finanziamento, a fondo perduto, è del 35-40% per le PMI e del 50% per gli organismi di ricerca.

La scadenza per la presentazione delle proposte progettuali è stata prorogata al il 13 Maggio 2016.
Come Polo offriamo il nostro supporto a tutti gli associati per la preparazione della domanda, la ricerca dei partner e per agevolare i contatti con la Regione.

Trovate tutti i dettagli nei due siti dedicati:
- INCOMERA: http://www.incomera.eu/
- Sito della Regione Piemonte: http://www.regione.piemonte.it/innovazione/

 

Il Bando MANUNET  prevede finanziamenti da destinare a progetti transnazionali di  interesse tessile-manifatturiero  per lo sviluppo sperimentale proposti da Micro e Piccole-Medie imprese, organismi di ricerca e start-up innovative, di qualsiasi settore merceologico purché coerente con l’ambito tecnologico previsto dal bando, nonché per possibili applicazioni e ricadute, anche non esclusive, con le aree identificate nella Strategia di Specializzazione Intelligente del Piemonte (aerospazio, automotive, chimica verde, meccatronica, made in e salute).

INVESTIMENTI AMMISSIBILI
Sono considerati ammissibili i progetti di ricerca industriale e/o di sviluppo sperimentale (riferibili di norma a TRL compresi tra 4 e 7) in campo manifatturiero, applicabili a contesti produttivi appartenenti ai settori individuati dalla strategia S3 regionale anche in modo non esclusivo, e riferibili ai seguenti ambiti tecnologici definiti dalla Rete:
- Knowledge-based engineering, information and communication technologies for manufacturing (industrial robotics, computer-aided engineering and design, automated manufacturing, product lifetime management, etc.)
- Manufacturing technologies for environmental and energy applications including resource efficiency and recycling.
- Adaptive manufacturing technologies including processes for removing, joining, adding, forming, consolidating, assembling.
- New manufacturing methods, components and systems.
Ad ogni progetto transnazionale dovranno aderire almeno un soggetto piemontese ed un soggetto di uno degli altri Paesi e Regioni partecipanti all’iniziativa.
La percentuale di finanziamento, a fondo perduto, è del 35-40% per le PMI e del 50% per gli organismi di ricerca.
Le prime scadenze per la presentazione delle proposte progettuali sono fissate per il 17 Marzo 2016 (pre-proposal), seguita da una proposta completa da presentarsi entro il 28 Giugno 2016.
Come Polo offriamo il nostro supporto a tutti gli associati per la preparazione della domanda, la ricerca dei partner e per agevolare i contatti con la Regione.

Trovate tutti i dettagli nei due siti dedicati:
MANUNET: http://www.manunet.net/
Sito della Regione Piemonte: http://www.regione.piemonte.it/innovazione/

 

Pointex offre un servizio di supporto per le imprese che vogliono presentare proposte in ambito europeo.

Per tutti gli associati:
I. Servizi di Informazione
II. Orientamento e supporto nella predisposizione delle domande di finanziamento
III. Ricerca partner grazie alla rete Textile2020 e in collegamento con Euratex, con la Piattaforma Tecnologica Europea per il tessile ed EEN (Enterprise Europe Network)

Su richiesta:
• Redazione delle domande
• Project Management
• Rendicontazione tecnico-amministrativa

 

Aderisci al Polo Innovazione Tessile

Accedi al form di adesione